Scissione dei pagamenti (“split payment”) art.17 ter DPR 633/72, come modificato dall’art.1 del D.L. n.50 del 24.4.2017

Con le modifiche introdotte all’art.17- ter del DPR 633/1972 dal D.L. n.50/2017, è stato disposto l’ampliamento dell’ambito di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti (nel seguito “split payment).

Per le fatture emesse a partire dal 1° luglio 2017, lo split payment dovrà essere applicato anche alle operazioni effettuate nei confronti delle seguenti società ENEL: 

Tutte le fatture che verranno emesse nei confronti delle predette società dovranno riportare l’annotazione scissione dei pagamenti (o “split payment”)- art.17 ter DPR 633/72) e l’IVA esposta nella fattura non verrà corrisposta ma sarà versata all’Erario direttamente dal soggetto acquirente.

Si precisa, infine, che lo split payment non trova applicazione per le operazioni soggette al regime di reverse charge ex art. 17 del DPR 633/72, per le quali il cessionario/committente risulta già debitore dell’imposta. Pertanto, anche successivamente al 1° luglio, dette operazioni dovranno continuare ad essere fatturate con le modalità attualmente in atto.

 

N.B: I fornitori che trasmettano fatture a mezzo sistema WEBEDI nelle modalità upload file xml oppure interfaccia web services, dovranno indicare nel tracciato, i seguenti nuovi codici odette per le operazioni soggette al regime split payment:  S22, S10,  S05, S04 rispettivamente per le aliquote al 22%, 10%, 5%, 4%. In mancanza le fatture verranno scartate dal sistema WEBEDI.