Fatturazione elettronica dal 1 luglio 2018 per i fornitori di Enel Sole

Gentile Fornitore,

L’art.1, comma 909 della Legge n.205 del 27 dicembre 2017 (c.d. Legge di bilancio 2018) ha disposto, con decorrenza 1.1.2019, l’obbligo di fatturazione elettronica “per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato”.

Ai sensi del comma 917 del medesimo art. 1, l’obbligo di fatturazione elettronica, previsto per tutte le imprese italiane,  è anticipato al 1.7.2018 per le sole fatture relative a “prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica (…) Le fatture elettroniche (…) riportano gli stessi codici CUP e CIG di cui all’articolo 25, comma 2, del decreto-legge 24 aprile 2014, n.66”.

Con riferimento a tale ultima disposizione, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che l’anticipo al 1° luglio deve intendersi limitato ai soli rapporti diretti tra il soggetto titolare del contratto e la pubblica amministrazione nonché tra il primo ed i soggetti di cui lo stesso si avvale (ved. Provv. n. 89757/2018 e Circolare A.d.E n. 8/E del 30 aprile 2018), come nel caso dei rapporti tra Enel Sole e i suoi fornitori.

A decorrere dalle date sopra indicate (1 Luglio 2018 per i subappaltatori e subcontraenti e 1 gennaio 2019 per qualsiasi rapporto contrattuale), eventuali fatture emesse in formato non elettronico saranno considerate non emesse.

 

Leggi l'informativa completa